Il governo approva riallocazione di 270 milioni della UE a favore del lavoro giovanile

Il governo ha dato il suo ok oggi a una nuova destinazione per una parte dei finanziamenti comunitari provenienti da una serie di Programmi Operativi per iniziative volte a promuovere l’occupazione dei giovani. Ora si attende l’assenso della Commissione Europea. «Vogliamo mettere insieme 270 milioni da diversi Programmi Operativi (PO), dei quali 100 milioni dal Programma Operativo per l’informatizzazione della società (OPIS), 50 milioni dal PO Occupazione e inclusione sociale, 50 dal PO Istruzione, oltre a 35 milioni dal PO Ricerca e sviluppo e altri 35 dal PO Trasporti», sono le parole pronunciate dal Premier Robert Fico alla conferenza stampa che ha fatto seguito al Consiglio dei Ministri.

«I 270 milioni di euro saranno suddivisi in due Programmi Operativi, Competitività e crescita economica e Occupazione e inclusione sociale. Vogliamo che questo denaro sia utilizzato per finanziare diversi progetti, come la creazione di posti di lavoro», con i datori di lavoro che potrebbero ricevere una somma di denaro per «conservare al suo posto giovani lavoratori, che acquisirebbero abitudini al lavoro ed esperienza, che è essenziale per cercarsi un altro lavoro», ha detto Fico. Non è chiaro, e Fico non l’ha specificato, il numero previsto di nuovi posti di lavoro da creare attraverso questa iniziativa. «Tutto dipenderà dal modo in cui la Commissione Europea approverà la nostra proposta», ha aggiunto.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.