Fico alla UE: bene il risanamento dei conti pubblici, ma insieme alla crescita economica

Nell’incontro avuto martedì a Bruxelles con il Presidente del Parlamento Europeo Martin Schultz, il Premier slovacco Robert Fico ha ribadito che l’Unione Europea dovrebbe dotarsi di un programma vincolante di sostegno alla crescita economica e alla creazione di nuovi posti di lavoro. «Non è possibile cercare di risanare le finanze pubbliche senza crescita economica», ha detto Fico nella sua prima visita in UE da quando è per la seconda volta Primo Ministro della Slovacchia.

La maggior parte dei paesi dell’Unione stanno facendo riforme e drammatici tagli di spesa per l’impatto della crisi del debito e la situazione instabile dell’economia, ma i politici – così come gli economisti – dicono sempre più spesso che i risparmi da soli non aiutano a risolvere la situazione. Anzi, ostacolano la crescita economica.

Fico ha anche sottolineato dopo l’incontro con Schulz che il suo governo monocolore è pro-europeo, e ha una visione condivisa «in merito all’Europa e al mondo. Questo è stato confermato dagli incontri odierni». Il Premier slovacco ha detto di desiderare vedere più primi ministri socialdemocratici nell’UE, perché sembra evidente che la loro posizione sulla soluzione dei problemi attuali funziona. I paesi con elevato standard di vita possono anche fare tagli alla spesa, ha detto, «ma cosa vuoi prendere da una persona la cui pensione è di 250 euro?», ha affermato Fico riferendosi alla situazione sociale della Slovacchia.

Fico a Bruxelles ha visto anche il Presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso, e gli ha detto che nel cercare il consolidamento dei conti pubblici, ogni Paese dovrebbe avere un certo margine di manovra, e nel caso della Slovacchia, uno dei paesi più poveri dell’Unione, la manovra di risanamento ha anche aspetti morali, ha detto. Per esempio, Fico ha chiaramente detto di voler evitare ad ogni costo un aumento dell’aliquota Iva, oggi al 20% in via temporanea fino a quando il deficit non rientri sotto la soglia del 3%, cosa prevista a fine 2013).

«Trovo corretto informare entrambe l’EU e la NATO all’inizio del nostro mandato di governo del fatto che noi onoreremo i nostri obblighi, e vogliamo essere costruttivi». Robert Fico ha così illustrato le sue intenzioni di sostenere nell’UE misure che stimolino la crescita nella preparazione del bilancio comunitario per il prossimo anno.

(Red/SRo)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google