Il Ministro ai giudici: ritirate le cause allo Stato per discriminazione salariale

Il nuovo Ministro della Giustizia Tomas Borec si è detto pronto a chiedere scusa ai giudici che hanno lamentato discriminazioni salariali, se questi ritirano le cause che hanno intentato contro lo Stato. Sono circa 700 i giudici che si sono rivolti al tribunale per chiedere un risarcimento di circa 70 milioni di euro in totale, lamentando di aver ricevuto salari più bassi rispetto ai loro colleghi della ex Corte speciale.

Borec, in una intervista al quotidiano Sme, ha detto che considera le richieste dei giudici immorali, ma comprende la loro percezione di essere discriminati in quanto la Corte speciale è stata istituita con condizioni particolarmente generose per i giudici impiegati, così da non lasciarli tentare dall’essere corrotti.

L’Associazione dei giudici della Slovacchia ha detto che non accetterà l’accordo extragiudiziale proposto da Borec, sottolineando che le scuse non sono una forma di compensazione sufficiente. L’associazione intende sedersi al tavolo con il Ministero della Giustizia per discutere le loro richieste. Ha suggerito di usare i soldi per ammodernare le attrezzature tecniche nei tribunali, aggiungendo che alcuni giudici potrebbero anche insistere nel voler ottenere una compensazione finanziaria individuale.

(Fonte Sme)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Moving International

Studio legale/Advokátska kancelária Biksadský & Partners

Viva Italia !

news giorno x giorno

settembre: 2016
L M M G V S D
« Ago    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

ARCHIVIO

pubblicità google

Questo contenuto contiene cookie di terze parti. Potrai visualizzarlo dando il tuo consenso alla Cookie policy.  
Questo contenuto contiene cookie di terze parti. Potrai visualizzarlo dando il tuo consenso alla Cookie policy.