Gli slovacchi vogliono maggiori imposte per i ricchi

Quasi il 70% degli slovacchi sono d’accordo sul fatto che i ricchi dovrebbero pagare più tasse. Un recentissimo sondaggio condotto dall’agenzia Focus ha mostrato, fra le altre cose, che a differenza del passato i maggiori sostenitori di una tassazione progressiva sono persone che hanno votato per i partiti di centro-destra. «In Slovacchia c’è una convinzione diffusa che le grandi aziende e i ricchi sono quelli che dovrebbero portare il peso della crisi sulle loro spalle», ha detto Ivan Dianiska dell’agenzia Focus nel presentare i dati dell’indagine.

Alcuni economisti, tuttavia, non vedono la cancellazione della flat tax come una buona soluzione per riempire le casse dello Stato. «Un tale passo potrebbe avere un’influenza piuttosto negativo sulla riscossione delle imposte», afferma Juraj Barta, chief economist della banca Slovenska Sporitelna. «Le grandi aziende inizieranno a cercare il modo per evitare di pagare imposte, e quindi investiranno di meno. Questo si tradurrà in un rallentamento della crescita economica che ha colpito il tenore di vita in tutto il Paese», aggiunge Peter Golias, direttore studi dell’Istituto per le riforme economiche e sociali (INEKO).

Gli intervistati che hanno partecipato al sondaggio si oppongono anche all’idea di fare cassa aumentando l’aliquota fiscale per i lavoratori autonomi che sono generalmente visti come comuni persone che provano di tutto per guadagnarsi da vivere. Ma alcuni imprenditori, come Lubos Vanco, Ceo della società di servizi di consulenza KPMG Slovakia, suggeriscono che lo Stato dovrebbe abbassare i bonus fiscali per i lavoratori autonomi. «Tale misura avrebbe dovuto essere introdotta molto tempo fa. I bonus sono inopportuni e molte di queste persone che ne godono sono impiegati normalmente», ha detto Vanco. L’imposta progressiva dovrebbe portare circa 120 milioni di euro al budget dello Stato. Il governo deve comunque trovare 1,5 miliardi per cercare di riportare il deficit sotto il 3% l’anno prossimo.

(Fonte Sita)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.