Sulik (SaS) ha denunciato alla Procura Generale la tangente al suo deputato Matovic

Come affermato Venerdì scorso, il leader del partito Libertà e Solidarietà (SaS), Richard Sulik, ha depositato ieri una denuncia presso l’Ufficio del Procuratore Generale per una offerta di tangente multi-milionaria che sarebbe stata fatta al futuro deputato di SaS Igor Matovic, per fare in modo che lui e tre colleghi della fazione „Gente Ordinaria“ (all’interno di SaS) non votassero la fiducia al programma di Governo dell’emergente coalizione. «Sono qui per un tentativo di comprare i nostri parlamentari, spero quindi che l’Ufficio del Procuratore Generale faccia le dovute indagini», ha detto Sulik, aggiungendo che egli non conosce direttamente la persona che ha offerto la pretesa tangente a Matovic.  Sulik ha fatto notare che ha presentato lui stesso la denuncia perchè Matovic e compagni non si sono ancora pronunciati. «È necessario per mantenere pulito il nome del partito», ha detto il leader di SaS, informando che Matovic era al corrente della sua decisione, e affermando che continua a fidarsi di lui nonostante la pigrizia del deputato sulla questione. Sulik ha però aggiunto che ha depositato la denuncia per scoprire se l’offerta era davvero “solo” una battuta, come Matovic ha detto (Venerdì infatti il deputato SaS aveva detto che un amico parlandogli dell’offerta Giovedi 24 Giugno si era scusato spiegando che «era solo uno scherzo».

Se Matovic e gli altri tre colleghi di partito avessero votato, la coalizione di Governo avrebbe potuto contare in Parlamento soltanto su 75 voti a favore su 150, rendendo di fatto impossibile l’approvazione della fiducia al Governo entrante, con la possibile conseguenza di andare a nuove elezioni anticipate.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.