Fico: Ministero degli Interni strumento per lotta a corruzione e ristrutturazione della PA

Il Primo Ministro Robert Fico ritiene che il Ministero degli Interni debba diventare il capofila delle misure anti-corruzione nel Paese. Il nuovo capo del dipartimento, Robert Kalinak, presenterà uno speciale pacchetto di disegni di legge che dovrebbe migliorare l’efficacia della lotta del governo contro le pratiche in uso da tempo nella Pubblica amministrazione. Tra queste vi sarà una nuova legge, o un importante emendamento, alla legge sugli appalti pubblici, mettendo tutti gli appalti dello Stato sotto un’unica struttura centralizzata.

L’area dell’amministrazione dello Stato, secondo Fico, è trascurata da anni, e il Ministero avrà anche il compito di di realizzare una profonda modernizzazione degli enti statali locali e nel governo centrale. In particolare, Fico sta progettando di riformare la gestione specializzata delle autorità statali a livello regionale, riportando gli uffici oggi distaccati per le questioni ambientali, costruzioni, l’istruzione, gli uffici terreni e catasto, sotto la giurisdizione della sede regionale. Un certo numero di uffici saranno fusi se le condizioni lo permettono. Inoltre, i dirigenti che saranno chiamati a guidare le rinnovate strutture dovranno avere un certo livello di qualifica e soddisfare tutti i criteri necessari per una buona amministrazione.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.