Governo: fatte le nomine dei viceministri, programma di mandato pronto entro 2 maggio

Il governo ha annunciato i suoi candidati alle cariche di Segretari di Stato (vice ministri). Dopo la nomina dei nuovi Ministri la scorsa settimana, che sono in gran parte membri effettivi di  Smer-SD, il partito socialdemocratico che ha riportato una schiacciante vittoria alle elezioni anticipate del 10 marzo scorso. Almeno tre di loro, però, non sono mai stati membri di Smer e sono considerati esperti nel settore di competenza. Si tratta del diplomatico Miroslav Lajcak, ritornato agli Affari Esteri, dell’imprenditore Tomas Malatinsky all’Economia (questo è peraltro di orientamento politico di centro-destra), e dell’avvocato Tomas Borec alla Giustizia.

Quest’oggi il Consiglio dei Ministri ha deciso la nomina dei Sottosegretari per tutti i dicasteri, fatta eccezione per il Ministero dell’Agricoltura, dove il candidato in pole position Stanislav Becik ha deciso stamane di lasciar perdere e rimanere a seguire le sue aziende agricole, e il Ministero dell’Istruzione il cui capo, Dusan Caplovic, non avrebbe ancora scelto un suo vice. Qui di seguito la squadra di Segretari di Stato:

Ministero degli Affari Esteri: Peter Burian e Peter Javorcik
Ministero della Difesa: Milos Koterec
Ministero della Cultura: Ivan Secik
Ministero della Salute: Viliam Cislak
Ministero degli Interni: Jozef Bucek e Marian Salon
Ministero della Giustizia: Monika Jankovska
Ministero dell’Ambiente: Jan Ilavsky
Ministero delle Finanze: Peter Pellegrini e Vasil Hudak
Ministero del Lavoro, Affari sociali e Famiglia: Jozef Burian e Brano Ondrus
Ministero dell’Economia: Pavol Pavlis
Ministero dei Trasporti: Frantisek Palko e Andrej Holak
Ministero della Sanità: Viliam Cislak

Intanto, Branislav Bacik sarebbe il nuovo presidente del Fondo di proprietà nazionale (FNM), l’agenzia di privatizzazione che il governo intenderebbe chiudere presto, dopo che è finito nell’occhio del ciclone nei mesi scorsi per il presunto coinvolgimento dell’ex testa Anna Bubenikova nello scandalo Gorila. Bacik è stato proposto dal Ministro dell’Economia Tomas Malatinsky.

È poi stato confermato dal Primo Ministro Fico che il Manifesto di programma del governo deve essere presentato per la discussione in Parlamento entro il 2 maggio, data approvata oggi dal Consiglio dei Ministri. Entro metà aprile i Ministri dovranno trattare le osservazioni presentate dalle parti sociali (imprese, lavoratori, accademici, esperti, religiosi – ma non il terzo settore) ed elaborare una bozza definitiva del documento, che dovrà essere basata sul programma elettorale del partito Smer-SD.

La Costituzione dice che il nuovo governo è tenuto a presentare il Manifesto al Parlamento entro 30 giorni dopo la sua nomina ufficiale (il 4 aprile).

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.