La polizia finanziaria trova operazioni sospette in Privatbanka (gruppo Penta)

Nella seconda ispezione effettuata presso Privatbanka, banca di proprietà del gruppo di private equity Penta, la polizia finanziaria slovacca ha trovato un paio di operazioni sospette, che secondo il Ministro degli Interni uscente Daniel Lipsic (KDH) sono di carattere insolito e non erano state segnalate come tali alle autorità competenti. Le operazioni sono un trasferimento di 3 milioni di euro a un conto personale per una presunta vendita di titoli avvenuta in un paradiso fiscale e un trasferimento di 4 milioni dall’Ufficio delle imposte Bratislava I sul conto di una società senza nome.

Secondo il Ministro Lipsic, dopo essere già stata sanzionata in una prima verifica, la banca potrebbe ora rischiare di perdere la sua licenza. «Prenderò in considerazione di presentare una tale richiesta alla Banca Nazionale della Slovacchia (NDS)», ha detto Lipsic ieri in conferenza stampa, dichiarandosi nel contempo stupito dall’atteggiamento della Procura generale nei confronti della questione. Il 27 marzo Privatbanka ha presentato una denuncia contro sconosciuti per sospetto abuso di poteri di pubblico ufficiale. Il giorno successivo, l’Ufficio della Procura generale ha chiesto agli ispettori della polizia finanziaria tutti i documenti relativi alle loro scoperte in banca. Si è potuto trattare, ha detto Lipsic, di un tentativo di intimidire gli ispettori.

Privatbanka ha dichiarato che ritiene quello del Ministro un attacco aperto contro di loro. La banca nega categoricamente le conclusioni del secondo controllo della polizia, e lo stesso vale per la prima ispezione, le ritengono un’azione vessatoria per la quale intendono difendersi in tribunale.

(Fonte Sita)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.