Domani insediamento del Parlamento e nomina del governo. All’Economia va Tomas Malatinsky

È circolato già ieri pomeriggio il nome che Robert Fico, presidente di Smer-SD e Premier in pectore, ha scelto per il posto di Ministro dell’Economia. Ieri l’indiscrezione è arrivata dalla tv all-news TA3. Oggi, invece, è l’agenzia di stampa Tasr che ha fatto il nome del nuovo Ministro, un “tecnico”, esterno alle fila del partito, un’ora abbondante prima che venisse annunciato in conferenza stampa dopo una riunione della presidenza Smer: è Tomas Malatinsky, che oggi dirige la Confindustria slovacca (AZZZ), oltre ad avere una propria impresa, la SAG Elektrovod.

In origine, era stato dato Jan Valko su quella poltrona, uomo che ha guidato in passato la società di decommissioning nucleare Javys e che secondo le ultime indiscrezioni sarebbe candidato a diventare il nuovo capo del Servizio di intelligence slovacco SIS.

Malatinsky diventa così il terzo Ministro non-partisan nel nuovo governo socialdemocratico, dopo Tomas Borec al Ministero della Giustizia e Miroslav Laicak agli Affari Esteri. Le prime reazioni alla nomina di Malatinsky sono state positive. Malatinsky aveva criticato il primo governo di Robert Fico per una inadeguata lotta contro la corruzione.

Il Ministro del Lavoro uscente Jozef Mihal (SaS), che ha lavorato da vicino con Malatinsky nel Tripartito (la sessione di incontri con le parti sociali) ha detto di considerarlo un uomo serio e sarebbe stato piacevolmente sorpreso se diventasse Ministro dell’Economia. Secondo Mihal, Malatinsky potrebbe contribuire seriamente a migliorare l’ambiente imprenditoriale in Slovacchia.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google