Meseznikov sul governo: i non membri non sono indipendenti. Horsky: poche donne

È senz’altro una piacevole novità vedere degli esperti non di partito come ministri nel nuovo governo di Robert Fico (Smer-SD), ha detto l’analista politico Grigorij Meseznikov, presidente dell’Istituto Affari Pubblici (IVO), think thank vicino al centro-destra. Ma possiamo aspettarci anche da questi lealtà ai principi socialdemocratici di Smer, pensa Meseznikov. «Smer ha messo i suoi uomini forti dove spingerà avanti il ​​pensiero del partito. A certi ministeri, dove Smer non ha probabilmente abbastanza esperti, o le candidature sono problematiche e gli uomini di partito non porterebbero i risultati attesi, Smer ha posto esperti esterni», ha detto, ma è tuttavia irrealistico aspettarsi che questi avanzino politiche indipendenti e divergano dalla linea del partito.

Quale esempio, l’analista ha sottolineato la discutibile nomina di Martin Glvac a Ministro della Difesa. In primo luogo Glvac, ora responsabile del partito della regione di Bratislava, sembrava il papabile per il Ministero della Giustizia, e gli è stato cambiato dicastero soltanto perché i media hanno pubblicato informazioni sui suoi rapporti con la mafia locale. Informazioni, sottolinea Meseznikov, che invitano alla prudenza.

Anche il collega analista Michal Horsky menziona Glvac e anche il futuro Ministro dell’Ambiente Peter Ziga. «Resta poco chiaro come questi potranno assolvere i loro compiti come ministri, quando il loro orientamento professionale è mille miglia lontano dalle aree della difesa e dell’ambiente», ha detto Horsky, il quale però valuta la composizione complessiva del nuovo governo in termini più positivi, soprattutto quando Fico ha scelto responsabilmente per alcuni posti ministeriali «uomini politici testati da tempo». Horsky ha anche elogiato Miroslav Lajcak, che diverrà Ministro degli Affari Esteri per la seconda volta, ma critica l’esiguo numero delle donne nominate. Zuzana Zvolenska, futuro Ministro della Sanità, sarà l’unica “Ministra”.

«Questo è il tallone d’Achille di tutti i governi» in Slovacchia, sottolinea Horsky (da quando il secondo governo di Mikulas Dzurinda nel 2002 non aveva donne). L’analista ha espresso dubbi sul fatto che Zuzana Zvolenska sarà la persona giusta per gestire come si deve il Ministero. Oltre a un Ministro – la Zvolenska – Smer avrà, sembra, una donna come secondo Vicepresidente del Parlamento – Renata Zmajkovicova – e anche una donna come capogruppo parlamentare – Jana Lassakova. Si tratta di due prime volte per il partito socialdemocratico, anzi per la Slovacchia.

(Fonte Tasr/La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google