Le donne slovacche devono lavorare il 20% in più per stesso stipendio dei maschi

Le donne in Slovacchia devono lavorare tre mesi in più nell’anno, rispetto agli uomini, per guadagnare lo stesso stipendio. Lo ha affermato Olga Pietruchova, dell’Ufficio uguaglianza di genere del Ministero del Lavoro, venerdì 30 marzo, in occasione della Giornata della parità di salario. Mentre la differenza media tra la retribuzione oraria degli uomini e delle donne in Europa è del 16,4%, il minor salario percepito dalle donne slovacche rispetto ai loro colleghi maschi raggiunge il 20,7%.

«Ecco perché le donne slovacche sono a più alto rischio di povertà rispetto agli uomini», ha detto il rappresentante della Commissione europea in Slovacchia Dusan Chrenek. Secondo lui, non è raro che donne più qualificate rispetto agli uomini in Europa guadagnino salari più bassi, ma la situazione delle donne slovacche è ancora peggiore. «Non utilizzano la possibilità di un orario flessibile e quindi non riescono a bilanciare il lavoro con la vita personale», ha spiegato Chrenek.

Parlando di paesi dell’UE, il divario minore tra gli stipendi di uomini e donne è in Slovenia e Malta. D’altra parte, le differenze maggiori si vedono invece in Repubblica Ceca e Austria, dove sono ancora più alte che in Slovacchia.

È interessante notare come le maggiori diseguaglianze di stipendio sono più frequenti nelle professioni ove è richiesta una formazione universitaria e in posizioni di alto rango. Il divario, invece, «è più piccolo per i posti di lavoro in cui i salari sono i più bassi», ha detto la Pietruchova.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.