Sondaggio: un sistema fiscale semplificato sarebbe un vantaggio competitivo per la Slovacchia

Un sondaggio effettuato dalla società di consulenza fiscale BMB Leitner, in collaborazione con le Camere di Commercio Americana, Tedesca e Austriaca in Slovacchia, dice che il sistema fiscale potrebbe diventare un vantaggio competitivo della Slovacchia nell’attirare gli investitori stranieri. Quasi due terzi dei 673 investitori stranieri sentiti hanno etichettato il sistema fiscale in Slovacchia come gravoso o molto oneroso. La maggior parte degli intervistati trova la legislazione fiscale slovacca molto complessa, e i quattro quinti pensano che è il risultato di regole di applicazione insufficienti e frequenti cambiamenti.

Dal punto di vista degli investitori l’aliquota d’imposta non gioca un ruolo significativo. Il sondaggio mostra che comunque si ritiene importante avere imposte ridotte, ma un cambiamento dei parametri qualitativi del sistema sarebbe potenzialmente più vantaggioso, soprattutto per un miglioramento della stabilità della normativa fiscale e la riduzione della burocrazia. «Le aziende che stanno investendo in Slovacchia devono essere sicure che il loro piano aziendale, inclusa la pressione fiscale, saranno rispettati per un periodo superiore a un anno», ha detto Renata Blahova della BMB Leitner.

Gli imprenditori intervistati affermano inoltre che gli uffici fiscali slovacchi sono troppo burocratici. Dall’altra parte, un segno positivo è che il 70 per cento degli intervistati non considerano corrotti gli uffici fiscali. E vorrebbero vedere una maggiore messa in rete dell’amministrazione nel suo insieme.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.