Analisti: un danno al partito le accuse a SaS. La ragione? Avversari politici o vendetta

Se le accuse mosse ieri dall’uomo d’affari Marian Kocner contro Libertà e Solidarietà (SaS) sono confermate per essere vere, il partito neoliberale ne verrebbe gravemente screditato, ha detto l’analista politico Rastislav Toth all’agenzia Tasr. Le informazioni rivelate da Kocner possono deludere oltremodo gli elettori liberali, che potrebbero essere spinti a votare un’alternativa – magari per il partito Gente Ordinaria di Igor Matovic o per 99%-Voce Civica, ha dichiarato Toth. Nei fatti, potrebbe anche essere stata una di queste organizzazioni politiche a spingere Kocner a fare le affermazioni che ha fatto, oppure è possibile che Kocner sia «in combutta con qualcuno che ha l’obiettivo di affondare il partito». In ogni caso Toth mette in guardia sul fatto che Kocner è ben lungi dall’essere una fonte affidabile.

Un altro analista politico, Juraj Marusiak, ha detto che è vero che le cose dette da Kocner sono principalmente un attacco contro i liberali, ma gliene sfugge il motivo. «Non so quali siano i suoi interessi, se si tratta di interessi economici, o se magari il leader del partito Richard Sulik non ha soddisfatto alcune delle sue aspettative e lui ora sta cercando una qualche forma di vendetta», ha detto Marusiak. Secondo lui, a meno che le accuse non siano confortate da prove, il caso non dovrebbe necessariamente danneggiare SaS alle elezioni. «Se le accuse mosse da Kocner sono confermate, ciò significherebbe un dilemma molto serio anche per i più fedeli elettori di SaS».

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google