Anticorruzione: la Pubblica amministrazione ha risorse sufficienti, ma manca di pratica

La Polizia, la magistratura, il Presidente della Repubblica e l’Ufficio per gli appalti pubblici sono le istituzioni più deboli nella lotta contro la corruzione. Questi sono i risultati di uno studio condotto dalla ONG Transparency International in 25 paesi europei nel corso dell’ultimo anno. L’indagine suggerisce che la maggior parte delle istituzioni esaminate non mancano di risorse finanziarie, umane e tecniche, ma hanno tuttavia in diversi casi fatto fronte alla cosa con interventi inadeguati che nella pratica ne minacciano l’indipendenza. Lo studio nazionale realizzato in Slovacchia è incentrato sulla qualità della legislazione e la sua attuazione pratica nel periodo tra marzo 2009 e settembre 2011. Oltre ai risultati, lo studio ha anche posto raccomandazioni che includono la de-politicizzazione della Pubblica amministrazione, la redazione di una legge a protezione dei delatori e la costituzione di una commissione elettorale permanente che sia incaricata di sorvegliare il finanziamento dei partiti politici.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.