L’improvvisa salita delle temperature crea inondazioni nel nord della Slovacchia

L’improvviso rialzo di temperatura che ha colpito anche la Slovacchia nell’ultima settimana ha portato le autorità nella regione di Zilina ad annunciato il terzo livello di allarme per inondazioni in 14 villaggi della regione causati da lastroni di ghiaccio che hanno bloccato e fatto esondare i fiumi e ruscelli locali, come ha informato sabato il capo del Dipartimento emergenze dell’Ufficio distrettuale di Zilina, Lubomir Holly.

Nel villaggio di Oravska Lesna, che è soprannominato il “frigorifero della Slovacchia” grazie al suo clima freddo, l’acqua dei locali ruscelli ha allagato gli scantinati di diverse case. Anche la situazione di Oravska Polhora, vicino al confine tra Slovacchia e Polonia, si era deteriorata in modo significativo sabato mattina. «Il livello [del fiume Polhoranka] è aumentato drammaticamente nel giro di poche decine di minuti e l’acqua è uscita dal letto del torrente», ha detto il sindaco di Polhoranka Peter Horvath a Tasr. Oltre a lavoratori delle società di gestione idrica e uomini dei Vigili del fuoco, sono stati decine i volontari locali che si sono uniti per correre in riparo allo stato di emergenza.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google