Barriere antialluvionali in costruzione soprattutto nella Slovacchia ovest

Il quotidiano Hospodarske Noviny informa di una conferenza per affrontare i problemi delle alluvioni, tenutasi Mercoledì a bordo di una imbarcazione  sul Danubio, organizzata da esperti di problematiche idriche. «Il problema sono le forti precipitazioni, naturalmente», ha dichiarato Marian Supek della Società slovacca di gestione idrica in risposta a una domanda sul perché la Slovacchia orientale non trovi soluzioni alla lotta contro le inondazioni. Ha comunque ammesso che le dighe, sui fiumi della Slovacchia orientale, sono per lo più vecchie di 130 anni, non sono costruiti per tali forti portate idriche. Supek ha anche criticato la manutenzione degli acquedotti, che è trascurata a causa della mancanza di fondi.

La Società di gestione delle acque aveva previsto di spendere 614 milioni di euro per le misure anti-alluvione, ma solo 176 milioni sono stati già spesi. Sono ancora aperte questioni, come per esempio perchè le costruzioni anti-inondazione sono state costruite a Bratislava, e non nella zona del fiume Ondava (regioni di Kosice e Presov). Il fiume Ondava ha provocato gravi danni durante le recenti alluvioni, quando ha rotto la diga, inondando un sacco di villaggi e costringendo centinaia di persone ad evacuare. Gli esperti di idraulica sostengono che Bratislava è la priorità. Insieme però a Banska Bystrica e Presov, dove le costruzioni non sono state, invece, ancora costruita.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.