Porno in Eurovea, scherzo o vendetta

Su uno dei cartelloni pubblicitari elettronici touch screen usati per pubblicizzare i servizi interni della Galleria Eurovea, il più moderno centro commerciale della capitale slovacca, qualche giorno fa è apparso per più di mezz’ora un sito web con video porno. La cosa, non programmata, è stata notata con grande scalpore, anche perché il totem elettronico si trova a pochi metri da un negozio di giocattoli e da alcune attrazioni per bambini. Con un solo click, i visitatori avrebbero potuto visionare i video direttamente nel centro commerciale…

Circa l’accaduto, i rappresentanti di Eurovea avrebbero puntato la loro attenzione su due giovani intelligenti che erano suoi dipendenti. «Il cartellone era spento in attesa di manutenzione. I giovani sono riusciti ad accenderlo e – ancora non sappiamo come – hanno trovato il modo per entrare nel sistema operativo che era protetto da password», secondo la portavoce di Eurovea Petra Adamcova. E attraverso Internet, a cui il dispositivo poteva connettersi via wireless integrata, si sarebbero collegati a un sito web con video porno.

Dopo il fatto, Eurovea, che si è scusata con i clienti, ha tolto la connessione internet wireless a tutti i cartelloni pubblicitari della Galleria.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.