Sondaggio: Gente Ordinaria e 99% prendono consensi nel disgusto per la politica

Nell’attuale situazione di incertezza politica gli elettori slovacchi sono disorientati, e dalle indagini demoscopiche sulle preferenze politiche e sull’orientamento dell’elettorato per le elezioni anticipate del 10 marzo escono dati anche piuttosto contrastanti a seconda dell’umore del momento. Appare evidente, comunque, il nuovo disgusto della gente per la politica come la si è conosciuta fino ad oggi, con quasi le stesse facce di dieci o venti anni fa, sorto con l’emergere del fascicolo di intercettazioni denominate in codice Gorila e che mostrano una vasta corruzione politica.

Nell’ultimo sondaggio di Focus per la Radio Televisione Slovacca (RTVS), per esempio, si vede che un partito nato da pochi mesi, e il cui leader non è riconosciuto come il massimo dell’affidabilità, ha guadagnato parecchi consensi in questi ultimi tempi. Parliamo di Gente Ordinaria e Personalità Indipendenti (OL) di Igor Matovic, che nell’indagine Focus arriverebbe a guadagnarsi il sostegno dell’8,9% degli slovacchi, anche se le interviste sono state realizzate prima che una trentina di suoi candidati (le Personalità Indipendenti) lasciassero il partito per contestare i modi rudi del “capo”. Anche un altro partito che veleggia sulle ali della contestazione, 99% – Voce Civica, ha ottenuto un confortante 6,9%, apparendo per la prima volta nei sondaggi al di sopra della linea di galleggiamento del 5%.

Il politologo Michal Horsky aveva previsto che il partito 99% sarebbe potuto emergere come una vera e propria forza nelle elezioni. Se ottenesse davvero questo risultato alle elezioni, potrebbe diventare l’ago della bilancia tra una coalizione guidata dal partito di sinistra Smer e una potenziale coalizione di centro-destra, anche se in base al suo programma 99% dovrebbe propendere per Smer, ha detto Horsky.

Secondo Martin Slosiarik, analista dell’agenzia Focus, 99% ha raccolto voti da tutto lo spettro politico ma in particolare dai giovani che non hanno mai votato. Rimane il dubbio se questo gruppo di potenziali elettori si recherà effettivamente alle urne, ha detto.

Il partito col maggiore sostegno nel sondaggio è sempre Smer, con il 37,3% (e 69 seggi), seguito dal Movimento Cristiano-Democratico (KDH) col 10,3% (19 seggi), SDKU (6,1%), Most-Hid (6%) e Libertà e Solidarietà (SaS, 5,9%), con 11 seggi ciascuno in Parlamento. OL avrebbe 6 seggi e 99% 13.

Di nuovo si vede SDKU in una posizione difficile, è il partito che ha maggiormente perso consenso dopo essere stato il più grande partito di destra per diversi anni. La prossima settimana il suo Consiglio nazionale discuterà della nuova situazione. «Siamo convinti che nessuno degli elettori di SDKÚ vuole un governo Smer che sarà controllato in parlamento dall’onorevole Dusatkova [leader elettorale del partito 99%] e altre neoplasie della scena politica», ha detto il portavoce SDKU Michal Lukac. Il sondaggio è stato condotto tra l’1 e il 7 febbraio su un campione di 1.053 intervistati.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google