Crescono le fusioni e acquisizioni nel 2011 in Slovacchia, ma ora gli investitori attendono

È cresciuto nel 2011 il numero di fusioni e acquisizioni in Slovacchia, secondo Kpmg, portando la cifra quasi a raddoppiare. Stanislav Sumsky, che all’interno della società di consulenza si occupa delle transazioni, ha spiegato al quotidiano Sme che questa tendenza è il risultato della crescita economica moderata del 2010. L’anno 2011 invece, ha detto Sumsky, ha visto due semestri molto diversi. Mentre il primo, caratterizzato da rapporti positivi sulla ripresa economica mondiale, ha registrato un aumento di operazioni realizzate, l’escalation della crisi del debito in Europa nell’estate 2011 ha messo gli investitori in stand-by. Al momento, ha aggiunto, la maggior parte degli investitori sono in attesa di come si evolverà la situazione in Europa. Se migliora, ci si può attendere che le vendite e l’attività degli investitori riprendano considerevolmente nei prossimi mesi.

Ma, dice Sumsky, «mentre per gli investitori un piccolo investimento inizia di solito intorno ai 100 milioni di euro, in Slovacchia già le transazioni di 10-30 milioni considerate di grandi dimensioni e molto rare. Le transazioni in Slovacchia attirano l’attenzione soprattutto perché gli investitori sono nazionali o regionali» o perché fatte da società di private equity.

(Red)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google