L’inflazione di gennaio scende in Slovacchia al 3,9%

Il tasso di crescita dei prezzi al consumo è modestamente rallentato in Slovacchia nel mese di gennaio 2012. Secondo i dati dell’Ufficio di Statistica l’inflazione a gennaio, secondo la metodologia nazionale, ha raggiunto il 3,9%, mentre appena nel mese di dicembre scorso aveva raggiunto il 4,4%. Nel primo mese di quest’anno i prezzi sono aumentati dell’1,4%, in particolare per i prezzi elevati di energia e alimentari. La crescita annua più significativa è stata registrata nei prezzi di trasporto, che sono saliti del 7,6%. Sono seguiti i prezzi per alloggio, acqua, elettricità, gas e altri combustibili che erano in crescita del 5,7%. In calo i prezzi di abbigliamento e calzature, scesi dello 0,9%, e stabili rispetto a dicembre i prezzi di servizi postali e telecomunicazioni e per l’istruzione.

L’inflazione netta, che a differenza dell’inflazione core non tiene conto dell’evoluzione dei prezzi alimentari, è accelerata dal 2,2 al 2,6%. Su base mensile, l’inflazione core di gennaio è stata dello 0,7%, mentre l’inflazione netta ha raggiunto lo 0,5%.

A seguito del tasso medio di inflazione storicamente basso dell’1% registrato in Slovacchia nel 2010 a causa di un forte indebolimento della domanda nel corso della crisi, l’andamento dei prezzi è tornato al rialzo lo scorso anno. L’aumento medio dei prezzi dello scorso anno ha raggiunto il 3,9%, in linea con le aspettative del Ministero delle Finanze. I prezzi di trasporti, energia, cibo e istruzione sono quelli maggiormente aumentati l’anno scorso. Quest’anno il Ministero delle Finanze si aspetta che l’inflazione subisca un rallentamento per fissarsi al 2,8%.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.