Di questo passo la Slovacchia potrà usare solo il 75% dei fondi UE a sua disposizione

All’attuale passo (“da lumaca”) nell’utilizzo dei fondi comunitari, la Slovacchia potrà utilizzare solo circa il 75% degli 11,5 miliardi di euro stanziati dall’Unione Europea nel periodo settennale 2007-2013, ha affermato il direttore della politica di coesione dell’Istituto di politica economica (IHP) Michal Santai. Se succederà, vuol dire che la Slovacchia dovrà rimandare all’UE i 3 miliardi inutilizzati alla fine del 2015.

«Credo che nessuno di noi vuole immaginare uno scenario del genere. Purtroppo, l’utilizzo è costante, da metà 2009 abbiamo lo stesso ritmo di utilizzo», ha dichiarato Santai l’altro giorno a un incontro con i media dedicato al tema dei fondi comunitari. L’anno scorso, la Slovacchia ha preso solo l’1% al mese in media dalle risorse complessive disponibili posizionandosi al 22° posto tra tutti i 27 paesi membri dell’UE. Mentre Lituania ed Estonia sono i migliori ad utilizzarli, Romania e Bulgaria si trovano a fondo classifica.

Secondo l’Istituto di politica economica gli ostacoli all’uso più rapido ed efficace dei fondi sono prima di tutto «la gestione inefficace» decentrata e «troppe istituzioni coinvolte che si comportano più o meno autonomamente». E l’autorità centrale di coordinamento non ha strumenti per forzare gli enti di gestione dei programmi operativi a fare di più per accelerare il processo. Poi il mancato controllo del sistema di gestione, la complessità e l’eccesso di burocrazia nonché il lento processo dei nuovi contratti, senza i quali «non è possibile prelevare denaro».

(Fonte webnoviny)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google