L’Unione Rom sollecita i nazionalisti di SNS a togliere cartelloni offensivi

Il capo del Partito dell’Unione Rom (SRU), Frantisek Tanko, ha invitato il presidente del Partito Nazionale Slovacco (SNS), Jan Slota, a rimuovere immediatamente i manifesti che, dice, sono un attacco alla minoranza rom in Slovacchia. «Anche noi zingari siamo persone e cittadini di questo Paese», ha sottolineato Tanko, annunciando l’idea di presentare una denuncia penale contro i cartelloni della campagna elettorale di SNS.

Tanko ha riferito che gli slogan su almeno tre cartelloni hanno un sottofondo razzista. «Non dobbiamo tollerare i parassiti!», «Per quanto tempo pagheremo per gli zingari?» e «Matovic vuole portare gli zingari in Parlamento» sono gli slogan contestati dalla formazione politica di etnia rom.

Tanko ha aggiunto che molti partiti hanno utilizzato la cosiddetta “carta rom” come strumento per entrare in Parlamento ma non sono veramente preoccupati di affrontare i problemi che affliggono la popolazione rom.

Nel difendere i cartelloni pubblicitari di SNS, Slota ha detto che non si oppone alla prospettiva di cittadini rom che siedano in Parlamento. «Se ci sono abbastanza elettori che votano 150 zingari in Parlamento, allora avremo 150 zingari legislatori. Cosa c’è di razzista in questo?», ha chiesto Slota in una conferenza stampa martedì.

Anche nella campagna elettorale del 2010 il Partito Nazionale aveva esposto mega cartelloni che prendevano di mira il tema rom, generalizzando sempre con argomenti simili: perché noi (veri) slovacchi dobbiamo pagare l’assistenza sociale a questi zingari pigri che non fanno nulla tutto il giorno se non sfornare figli e rubare nelle nostre case?…

uno dei cartelloni di SNS incriminati

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google