Protesta contro ACTA a Bratislava sabato, centinaia di giovani radunati davanti al Governo

Nel pomeriggio di sabato, a Bratislava, si è tenuta una manifestazione pubblica contro ACTA, nella piazza antistante il Palazzo del Governo, Namestie Slobody, dove diverse centinaia di persone, per lo più giovani, hanno urlato la loro rabbia al grido di «Stop ACTA!», con l’obiettivo di avviare un pubblico dibattito su questo tema per promuovere un adeguamento del testo dell’accordo. Approvare ACTA, secondo i manifestanti, significherebbe la fine della rete come la conosciamo oggi. Uno degli organizzatori, Martin Kukol, ha detto che «non stiamo protestando perché vogliamo scaricare software, film e musica [illegalmente] da internet», ma combattere contro una formulazione opaca, per la quale anche le copie legali sono vietate. Secondo ACTA, scrive l’agenzia Tasr, diventerebbe illegale anche convertire in formato MP3 un CD originale acquistato legalmente per ascoltarlo su un lettore MP3. Gli hacker slovacchi che si riconoscono nel movimento internazionale Anonymous avevano messo off-line per alcune ore i siti di Governo e Ministero dell’Economia il sabato precedente, come azione dimostrativa e avvertimento alla politica perché rifletta bene prima di procedere. Per il momento, ha detto Kukol a Tasr, non si prevedono altre proteste, anche visto che il processo in Slovacchia è stato fermato, ma non si esclude tale possibilità per il futuro.

Il trattato ACTA (Anti-Counterfeiting Trade Agreement), nato per evitare le contraffazioni estendendo a livello globale la tutela della proprietà intellettuale e industriale, è già stato ratificato da Stati Uniti, Canada, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Singapore, Marocco e Corea del Sud.  È stato inoltre finora firmato da 22 Stati membri dell’UE.

Per quanto riguarda la Slovacchia, il Ministro dell’Economia Miskov ha deciso di fermare il processo rimandandolo a dopo le elezioni, dicendo che la sua formulazione lascia intendere che si voglia mettere un laccio alle libertà fondamentali dell’uomo. Anche il maggior partito della Slovacchia, oggi all’opposizione, Smer-SD non vuole ratificarlo così com’è e ne chiede una profonda revisione.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google