In bancarotta i produttori slovacchi di vino di frutta, Parlamento cancella l’accisa

Il più grande produttore slovacco di vino di frutta, Vinarske zavody, sarebbe fallito a causa dell’aumento delle accise, ha scritto l’altro ieri il quotidiano Pravda. Le imposte sulla fabbricazione dei vini di frutta, infatti, sono aumentate sensibilmente da inizio anno, e il vino prodotto da frutta fermentata è diventato invendibile. Lo Stato ha imposto un’accisa sul vino di frutta che raggiunge 1,35 euro al litro. Il più economico vino di mele (il sidro) è venduto nei negozi slovacchi a 1 euro al litro, e così il prodotto della fabbrica di Krupina (regione di Banska Bystrica) è diventato troppo costoso per i suoi clienti.

Il vino di frutta è stato penalizzato, secondo l’agenzia Tasr che riporta la notizia, perché il Ministero delle Finanze lo considera un vino inferiore, che grazie al suo basso prezzo è preferito soprattutto dagli alcolisti dei gruppi sociali più poveri, spesso persone senza casa. Il Ministero ha difeso l’imposizione della tassa anche per attuare una lotta contro l’alcolismo.

Pravda sottolinea che la nuova imposta è devastante anche i produttori dei tradizionali vini di ribes e per le piccole cantine di famiglia. «L’aumento delle accise, che triplica il prezzo del vino di frutta, è un nonsenso economico», ha detto il direttore di Vinarske zavody, Stefan Trnka. La società era solita fornire i negozi con circa 500.000 litri di vino al mese, ma ha perso gran parte degli ordini nel mese di gennaio. Trnka ritiene l’aumento come discriminatorio, in quanto non si applica al vino normale, ma solo al vino di frutta.

I produttori sostengono che questo passaggio non può aiutare la prevenzione dell’alcolismo, in quanto vi sono altri tipi di alcool a buon mercato in vendita nei negozi.

Secondo il produttore di vini di frutta Mario Hegedus, la gente dovrebbe smettere di immaginare il vino di frutta come un prodotto inferiore. «Ci sono alcuni tipi di vino di mele di alto livello, così come quello di ribes. Si tratta di vini di qualità con proprietà salutari straordinarie», ha detto Hegedus, che vuole trasferire la produzione in Repubblica Ceca.

Nella sessione parlamentare odierna sono arrivate anche le proteste dei produttori di vino di frutta, che hanno fatto sì che i deputati siano pervenuti ad un voto che cancella l’aumento delle accise sul vino di frutta e sidro. Lo si è fatto con un emendamento indiretto alla legge sulle regole di bilancio della Pubblica amministrazione proposto dal deputato SDKU-DS Jan Golian.

(Fonte Pravda)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google