Anonymous oscura i siti di Governo e Ministero dell’Economia contro il trattato ACTA

I siti internet ufficiali dell’Ufficio del Governo e del Ministero dell’Economia sono rimasti inaccessibili per un paio d’ore sabato pomeriggio, dopo una probabile violazione da parte del movimento degli hacker Anonymous. L’attacco dei siti web istituzionali voleva trasmettere la disapprovazione per l’accordo internazionale ACTA il cui scopo è di far rispettare i diritti d’autore e di combattere i prodotti contraffatti. L’accordo è stato finora firmato da 22 paesi, con la Slovacchia, Cipro, la Germania, l’Estonia e i Paesi Bassi ancora in forse.

«Questo accordo limiterà i nostri diritti e libertà. Porterà a un grande censura di Internet, il download diverrà illegale e i doganieri potranno guardare i file sul vostro computer», si legge in una dichiarazione del movimento. Secondo la responsabile del dipartimento stampa dell’Ufficio di Governo, Lubica Pilzova, nessun dato confidenziale è stato sottratto durante l’attacco.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.