Lipsic: il SIS ha effettuato davvero un’operazione dal nome in codice Gorila

Il Ministro degli Interni Daniel Lipsic (KDH) ha intanto confermato giovedì che un’operazione di intercettazioni dal nome in codice Gorila è stata effettivamente stata svolta dall’agenzia di intelligence Servizio d’informazioni slovacco (SIS). Lipsic ha detto che si trattava di un’operazione legale e legittima, con «sospetti gravi di corruzione di un certo gruppo finanziario così come di altre persone», portata avanti nel 2005-2006. L’esistenza dell’operazione Gorila è stata confermata in collaborazione con l’Ufficio del Procuratore speciale e le prove documentali fornite al team investigativo dal Primo Ministro Iveta Radicova (SDKÚ) mercoledì 18 gennaio.

Lipsic, che fu Ministro della Giustizia dall’ottobre 2002 al febbraio 2006, ha poi informato i media che l’allora Primo Ministro Mikulas Dzurinda e l’allora Ministro degli Interni Martin Pado (entrambi SDKU) sono stati messi al corrente dei legami tra il gruppo finanziario Penta e alcuni politici nel 2006, e il caso fu trasmesso all’Ufficio per la lotta contro la corruzione, all’epoca diretto da Tibor Gaspar. Lipsic presume che quell’ufficio abbia poi distrutto il fascicolo classificato, in violazione di legge. Il caso è attualmente sotto inchiesta da parte di un team investigativo del Ministero degli Interni.

Lo stesso giorno Gapar ha smentito le accuse del Ministro, dicendo che il file proveniente dal SIS fu dato ai dipendenti dell’Ufficio per la lotta contro la corruzione per verificarne il contenuto, e solo in seguito il documento, posto negli archivi come da regolamento, avrebbe dovuto essere distrutto dopo un determinato periodo di tempo.

Secondo Dzurinda, che da settimane tenta di tirarsi fuori dalla questione, Lipsic non sa quel che dice quando afferma che l’allora Premier era al corrente dei potenziali legami tra il gruppo Penta e alcuni uomini politici. Sta solo cercando di dare la colpa a qualcun altro perché i suoi uomini non hanno fatto nulla per un anno e mezzo, ha detto Dzurinda. «Lipsic è andato fuori di testa», ha concluso Dzurinda.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.