I partiti del centro-destra si accordano sui principali obiettivi di esecutivo

I rappresentanti dei quattro partiti di centro-destra SDKU-DS, SAS, KDH e Most-Hid hanno raggiunto un accordo sui punti del programma che è loro obiettivo inserire nel manifesto del prossimo Governo, ha detto Iveta Radicova, leader elettorale di SDKU (secondo partito del Paese e primo del centro-destra) in una conferenza stampa che ha avuto inizio pochi minuti prima della mezzanotte di ieri.

Parlando con i giornalisti dopo i colloqui durati dieci ore, la Radicova ha informato che le priorità dei partiti comprendono il consolidamento delle finanze pubbliche, lo stop all‘aumento del debito della Slovacchia, la lotta contro corruzione e clientelismo e modifiche sostanziali del sistema giudiziario. Inoltre tra gli elementi chiave vi sono una riduzione alle immunità parlamentari in modo che comprenda soltanto le dichiarazioni fatte in Parlamento, una revisione del sistema di prelievo delle imposte e la rapida attuazione di misure anti-alluvione. «Non aumenteremo le tasse», ha aggiunto.
Ci sono anche cose sulle quali i partiti non concordano, ha ammesso la Radicova, e tali questioni rimarranno fuori dal manifesto. Questo vale per l’obiezione di coscienza, il rapporto tra Chiesa e Stato, le unioni civili di coppie dello stesso sesso e la depenalizzazione della marijuana. «Abbiamo dato la preferenza all‘interesse comune piuttosto che alle priorità particolari dei singoli partiti», ha detto la Radicova, aggiungendo che tutte le parti hanno dovuto fare alcune concessioni.
I quattro partiti hanno inoltre convenuto di non sollevare questioni spinose durante il mandato elettorale. «Uniremo gli sforzi soltanto su quanto incluso nel manifesto di governo», ha puntualizzato. Anche SDKU, il maggiore dei quattro partiti, ha accettato alcuni compromessi in materia di affari sociali, sanità e diverse proposte relative all‘economia. «Non abbiamo nemmeno posto nie colloqui questioni che sapevamo sarebbero state un problema», ha detto il probabile nuovo Primo Ministro Iveta Radicova.

Il leader di SaS Richard Sulik, le cui idee in materia di depenalizzazione della marijuana e DI unioni registrate dello stesso sesso saranno lasciati fuori dal manifesto, ha ammesso che sarà lui a dover spiegarne l‘assenza. «Ci sarà sempre qualcuno che non sarà felice della nostra decisione, ma io personalmente preferisco spiegare perché la depenalizzazione della marijuana e le unioni dello stesso sesso saranno lasciate fuori, piuttosto che spiegare perché abbiamo rifiutato di entra in questo Governo  (di centro-destra)», ha detto Sulik. Egli ha assicurato che SAS ha fatto del suo meglio per trovare un accordo su tutte le sue proposte, ma alla fine è stata data la preferenza «la responsabilità di bilancio».

Anche l’obiezione di coscienza, una delle priorità perseguite dalla Democrazia Cristiana (KDH), non sarà inclusa nel manifesto. «L‘accordo raggiunto prevale sul mancato accordo. Alcune questioni richiedono ulteriori e più profonde e forse ripetute considerazioni», ha detto il leader KDH Jan Figel. D’altra parte Figel ha espresso soddisfazione per il fatto che il principio di ‘un mandato è abbastanza’ farà parte del manifesto. «Vogliamo inviare un chiaro segnale di trasparenza e di responsabilità», ha affermato. In linea con questo principio, i politici non saranno autorizzati a detenere più cariche elettive allo stesso tempo. Questo dovrebbe valere anche per il sindaco di Bratislava e neo-eletto deputato KDH Andrej Durkovsky, che non ha ancora annunciato quale incarico manterrà.
Most-Hid, con il suo leader Bela Bugar, ha assicurato che ha fatto il massimo sforzo per il compromesso. «Tra i punti del programma saranno incluse questioni come l’abolizione delle restrizioni senza senso in materia di minoranze, ma stiamo già lavorando su una legge sul finanziamento delle culture minoritarie, nonché su una legge con la quale ripuliremo gli effetti negativi della legge sulla cittadinanza per i cittadini slovacchi», ha detto Bugar. Ha poi ammesso che il manifesto non comprenderà invece una legge sulle minoranze.

Secondo la Radicova, i dettagli del manifesto saranno presentato oggi dopo le ultime modifiche. La distribuzione dei posti nel Governo e il numero dei Ministeri restano sconosciuti. «Dopo aver incontrato il Presidente (Ivan Gasparovic) oggi, se noi saremo incaricati di questo compito, discuteremo l’accordo di coalizione, compresa l’assegnazione dei singoli Ministeri», ha detto la Radicova. Un altro incontro di definizione delle direzioni dei quattro partiti è previsto avere luogo oggi alle 14 presso la sede di SaS.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google