Il Governo annuncia nuova strategia per migliorare le condizioni abitative per i Rom

Abitazioni e infrastrutture comunitarie dovrebbero diventare più accessibili ai cittadini rom, e nel contempo il numero di insediamenti illegali rom dovrebbe scendere del 25% entro i prossimi otto anni, afferma un documento dal titolo “Strategia di integrazione dei rom” approvato dal Governo ieri. Gli strumenti che il Governo ha studiato per mettere in atto tali obiettivi sono un ulteriore sviluppo di strutture abitative di tipo sociale co-finanziate da fondi comunitari e un adeguamento alla legislazione sulla fornitura di sussidi per l’alloggio. In futuro, i sussidi per gli alloggi saranno pagati direttamente ai proprietari e dovrebbero coprire solo i costi relativi all’abitazione.

Il delegato dell’Ufficio del Governo per le comunità rom ha detto che le condizioni di vita nelle comunità rom sono peggiorate in modo significativo negli ultimi 20 anni, e, oltre ad essere illegali, la maggior parte degli insediamenti non sono conformi alle norme tecniche ed igieniche e hanno poche e niente infrastrutture. Il quotidiano Sme ha scritto ieri che il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite ha scoperto che ben il 16% dei rom in Slovacchia vivono in baracche.

L’obiettivo della nuova strategia di integrazione è di migliorare l’accesso dei cittadini rom per l’alloggio, l’istruzione, l’occupazione e le cure sanitarie.

(Fonte Sme/Tasr)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.