La Difesa propone riduzione entro l’anno della missione slovacca in Afghanistan

Tra le truppe che dovrebbero rientrare nei loro paesi nella prima ondata di ritiri dalla missione internazionale di pace ISAF in  Afghanistan ci saranno probabilmente anche dei soldati slovacchi, tra i quali il plotone di guardie della base di Tarin Kowt (53 militari) e l’unità del genio a Kandahar (51 soldati) previsti tornare a casa entro la fine del 2012, secondo una proposta elaborata dal Ministero della Difesa che è stata sottoposta ad altri ministeri per un commento. «L’importanza [del dispiegamento dell’unità del genio] è stata ridotta in seguito a causa del maggiore uso di ditte contractor da parte del comandante della base», ha scritto il Ministero della Difesa nella relazione, citato da Tasr.

La Slovacchia, nel frattempo, intende incrementare il suo ruolo nella formazione delle forze di sicurezza afghane, inviando altri otto soldati al quartier generale ISAF, che diventeranno così 20. Un’unità di 12 soldati, poi, dovrebbe andare ad ingrossare le forze speciali slovacche, e un team di 11 militari di formazione e quattro agenti della polizia militare aiuterà nell’addestramento della polizia afghana. Nel complesso, il numero dei militari slovacchi in Afghanistan dovrebbe essere ridotto dagli attuali 348 a 279 entro la fine del 2012.

(Fonte Tasr)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google