Il Ministro degli Interni Lipsic si dice certo che il dossier Gorila è autentico

Il Ministro degli Interni slovacco Daniel Lipsic ha detto ieri che il dossier “Gorila”, che parla di corruzione di uomini politici, di commissioni pagate per la privatizzazione dei beni dello Stato e di collegamenti di partiti politici, sia dell’attuale coalizione che dell’opposizione, con il gruppo finanziario Penta si basa su fatti reali. Il documento sarebbe stato redatto dai servizi segreti slovacchi. Come Il Ministro ha dichiarato in un’intervista per il quotidiano Hospodarske Noviny, il caso non è stato indagato con la necessaria attenzione dalla Procura Generale, che l’ha avuto tra le mani in passato. Il Vice Procuratore generale Dobroslav Tichy, d’altra parte, afferma però che il documento Gorila non è autentico. Il quotidiano, inoltre, scrive che la Polizia ha esaminato i beni delle persone coinvolte nello scandalo Gorila in passato, ma senza alcun risultato. Ora saranno indagati di nuovo i flussi di denaro, ha informato il Ministro.

Lipsic ha istituito ieri un team specializzato dell’Ufficio per la lotta contro la criminalità organizzata che indagherà sul caso Gorila, composto da dieci investigatori con grande esperienza che provengono dallo stesso dipartimento oltre che dall’Ufficio per la lotta alla corruzione e dall’Ispettorato del Ministero. Tutto il processo sarà sotto la supervisione della Procura speciale. Secondo il Ministro non è stato possibile indagare su questo caso fino ad oggi a causa di un decisione del SIS di non liberare dal voto di riservatezza gli ufficiali dei servizi di intelligence (SIS) interessati. Ottenere la piena collaborazione degli agenti, e dei direttori della struttura – attuale e passato – sarà il primo passo da fare. Lipsic è cosciente del rischio di non arrivare a concludere nulla di nuovo, sapendo bene quali pressioni ci saranno per insabbiare la cosa, ma è convinto che questo sia un caso di importanza capitale per le connessioni tra politica e finanza che va a toccare, con «centinaia di milioni di euro persi da parte dello Stato».

I documenti del caso Gorila, se confermati veritieri, testimonierebbero l’influenza del gruppo Penta sulla politica slovacca, con nomina di candidati politici in aziende statali, tangenti per la privatizzazione di aziende di Stato, e una rete di rapporti tra politici, magnati della finanza e organi di sicurezza. L’autenticità dei documenti non è stata confermata, e diverse persone che sono indicate nel dossier ne mettono in dubbio l’autenticità. Il materiale è apparso su Internet poco prima di Natale.

(Fonte SRo/Webnoviny)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google