Pravda: gli slovacchi spendono ora un ottavo dell’anno prima in arredamento e elettronica per la casa

Secondo un articolo del quotidiano Pravda, i timori di un’altra crisi hanno fatto sì che alcune famiglie slovacche abbiano smesso di comprare beni mobili di uso domestico quali televisori, frigoriferi o letti. Mentre una famiglia media di quattro persone spendeva infatti una media di circa 100 al mese per elettronica e mobili alla fine del 2010, i dati pubblicati dall’Ufficio di Statistica indicano che quella somma è ora scesa a soli 12, ben peggio anche della cifra di circa 30 euro registrata nel bel mezzo della crisi economica.

La spesa per l’abbigliamento è scesa moderatamente, mentre la gente spende ancora quasi la stessa cifra per gli alimentari, settore nel quale il dato per la famiglia media di quattro componenti è in calo di solo il 5%, a 980 euro al mese.

«La gente risparmia su beni di lusso e servizi, che sono le cose delle quali possono fare a meno», ha detto Eva Sadovska, analista economico della banca Postova Banka, che sottolinea come il consumatore, per esempio, rivaluta l’arredamento di casa ritenendolo ancora passabile, rimandando al futuro il suo rimpiazzo. L’analista Martin Prokop di Avanti Finance ha detto al quotidiano che a molte famiglie non rimane poi molto dopo aver pagato le bollette e comprato il cibo.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.