Fico: Smer vuole una maggiore regolamentazione dei prezzi su generi alimentari ed energia

Il capo del socialdemocratico Smer-SD, Robert Fico, ha avvertito che il suo partito interverrà quest’anno per cercare di regolare in maniera più pesante i prezzi per l’economia, nel caso ritorni al potere dopo le elezioni del 10 marzo. La Slovacchia, ha detto in una conferenza stampa dell’altro ieri, dovrebbe tornare a quella che lui chiama una «sana politica di regolamentazione», sostenendo che uno dei motivi per cui i prezzi alimentari sono saliti lo scorso anno è stato il fallimento del Governo di Iveta Radicova nel saper regolare, oltre all’aumento dell’IVA deciso dall’Esecutivo nell’ambito della manovra di consolidamento dei conti pubblici.

Smer, se torna al governo, intende reintrodurre la normativa che consente alle imprese del settore energetico di presentare proposte di aumento dei prezzi solo una volta approvati dall’assemblea generale della società (e non soltanto dal consiglio di gestione come avviene ora). Fico vuole avocare di nuovo al Ministero dell’Economia il suo ruolo di consulenza nel processo decisionale sui prezzi, istituendo un organo speciale interno per controllare l’andamento del mercato e il rapporto tra l’organo di regolamentazione e i monopoli, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Tasr.

L’attuale gestione del Ministero, tuttavia, ha respinto le proposte di Smer sottolineando che gli aumenti dei prezzi dell’energia sono stati approvati da un candidato Smer, il capo dell’Ufficio di regolamentazione per le industrie di rete (URSO) Jozef Holjencik. E ha contestato le affermazioni di quest’ultimo sul fatto che i prezzi dell’energia potrebbero anche essere ridotti nel corso dell’anno.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.