Il Parlamento annulla il veto sul blocco degli stipendi degli ufficiali della Pubblica amministrazione

Gli stipendi di deputati, ministri e del Presidente della Repubblica non cresceranno nel 2012. Il Parlamento slovacco ha infatti approvato di nuovo l’emendamento alla legge sulle retribuzioni di alcuni funzionari costituzionali al quale il Presidente Ivan Gasparovic aveva posto il veto, tornando al Parlamento questa settimana. Con il nuovo voto, i parlamentari hanno così superato il veto su una nuova disposizione di legge che consente ai deputati di ricevere gli stipendi a partire dal giorno in cui sono eletti, e non più dal giorno in cui prendono possesso dei loro seggi con il giuramento alla Repubblica com’era fino ad oggi.

Anche gli stipendi dei capi degli organi centrali dell’amministrazione statale e dei dipendenti statali in posizioni pubbliche saranno congelati in base alla nuova versione della legislazione. Il congelamento salariale entrerà ora in vigore il 1° gennaio 2012, indipendentemente dal fatto che il presidente Gasparovic lo firmi o meno.

(Fonte Slovensky Rohzlas)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.