Scienza: anche slovacchi nel team che ha scoperto 57 nuovi isotopi in Germania

Alcuni fisici slovacchi facevano parte di un team internazionale che è riuscito a scoprire 57 nuovi isotopi. Il team scientifico composto da esperti di dodici paesi ha realizzato esperimenti sulla scissione dell’isotopo uranio-238 al laboratorio GSI di Darmstadt, in Germania. Il gruppo di fisici slovacchi era composto da ricercatori della Facoltà di Matematica, Fisica e Informatica  dell’Università Comenius di Bratislava (Rudolf Janik, Peter Strmen, Imrich Szarka) e di Andreij Prochazka, laureato alla Comenius che lavora al laboratorio GSI, che ha lavorato sotto la guida del prof. Branislav Sitar.

I fisici slovacchi hanno sviluppato e gestiscono un nuovo rivelatore TPC estremamente preciso con il quale la precisione degli spettrometri è aumentata in modo significativo, scrive il Ministero dell’Istruzione sul suo sito web. Gli scienziati hanno così contribuito a un’importante scoperta di nuovi isotopi di elementi preziosi come il platino o l’osmio, che sono di grande importanza per l’astrofisica nucleare. Questo risultato aiuterà a chiarire gli elementi delle esplosioni di stelle nell’universo e anche a sviluppare nuove fonti di energia – reattori, in cui l’isotopo uranio-238 rompe neutroni veloci. Con la scoperta, possono essere costruiti nuovi reattori che riciclano i rifiuti nucleari riducendoli a un materiale significativamente meno pericoloso.

(Fonte Ministero dell’Istruzione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.