River Park Hotel Kempinski apre a Bratislava

Ha aperto i battenti Giovedì scorso il nuovo cinque stelle Kempinski River Park Hotel, sulla riva sinistra del Danubio a Bratislava, che si pone ai vertici dell’ospitalità come hotel più lussuoso della capitale slovacca, ed è un elemento fondamentale del complesso polivalente River Park, che è ancora in costruzione in vari settori, e che comprenderà centri commerciali, ristoranti, uffici e residenze di qualità superiore.

«Sono stati investiti circa 70 milioni di euro nella costruzione della struttura, che ha coinvolto 1 200 persone», ha detto Peter Korbacka, CEO e presidente della società di sviluppo e investimento J&T Real Estate. Gli 11 piani del Kempinski Hotel River Park dispongono di 231 camere lussuosamente arredate e 40 suite, tra le quali la più grande suite presidenziale in città, con vista sul fiume e sulla città. L’edificio a forma di L, progettato dall’architetto olandese Erick van Egeraat, in vetro, metallo e legno, comprende spazi per uffici, quattro ristoranti e bar, una splendida Spa e un fitness center posizionati all’ultimo piano, 11 sale conferenze e una da ballo, che può accogliere 300 ospiti. «Bratislava resta una destinazione turistica non abbastanza conosciuta nel mondo. Questo hotel si aggiungerà al portafoglio del gruppo Kempinski e aumentaerà la forza del brand in Europa centro-orientale», ha affermato Konstantin Zeuke, direttore generale del nuovo albergo. Si stima che il tasso di occupazione dell’hotel per questa estate sarà intorno al 35-40 per cento. Prossime aperture a est per Kempinski nella capitale ucraina Kiev (nel 2012) e in quella bielorussa Misnk (2013).

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google