Dopo Telekom anche Orange salda l’importo per le licenze mobili, ma entrambi vogliono andare in tribunale

Gli operatori di telefonia mobile Orange Slovensko e Slovak Telekom hanno assolto il loro obbligo di pagamento della somma decisa una tantum per l’estensione delle loro licenze di telefonia mobile e l’uso delle frequenze per i prossimi dieci anni. Ne ha informato il portavoce dell’Ufficio per le telecomunicazioni (TU SR) Romano Vavro. Mentre Orange ha pagato i suoi 40,686 milioni di euro il 9 dicembre, Slovak Telekom aveva saldato 47,766 milioni già il 5 settembre. Entrambe le società avevano presentato ricorso all’autorità riguardo all’ammontare delle estensioni di licenza deciso durante l’estate, lamentandosi delle cifre troppo alte, ma l’Ufficio ha respinto l’appello sia in prima che in seconda istanza.

Secondo il quotidiano Sme entrambe le società utilizzeranno tutti i mezzi legali per impugnare la decisione dell’autorità di regolamentazione, perché venga esaminata da una corte. L’unica possibilità di rivedere la decisione dell’autorità, secondo avvocati contattati dall’agenzia di informazione Sita, è presentare un ricorso dinanzi a un giudice.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.