Il sindacato dei medici dichiara un’allerta sciopero per tenere alta l’attenzione della politica

È passata appena una settimana dalla fine delle proteste dei medici ospedalieri, che hanno portato il loro sindacato a firmare con il Governo un memorandum di intesa e i medici a rientrare ai loro posti di lavoro firmando un nuovo contratto che prevede aumenti di salario dal 2012, e già l’Associazione sindacale dei medici slovacchi (LOZ) ha annunciato di nuovo un’allerta sciopero fino a quando tutti i requisiti dal memorandum siano soddisfatti. Il presidente di LOZ Marian Kollar ha informato della decisione in una conferenza stampa sabato, dove ha sottolineato che molti politici che fanno capo al Governo si sono palesemente schierati contro il documento, mettendolo in discussione. LOZ rimane vigile e attento, ha detto Kollar, ed esorta Governo e Parlamento ad adempiere «completamente e immediatamente ai loro impegni verso medici e pazienti sottoscritti nel memorandum». Altrimenti il sindacato non si farà scrupoli di agire immediatamente «e ripetutamente».

L’idea dell’Esecutivo di approvare gli aumenti ai medici con una procedura velocizzata inserendo un emendamento alla legge sul salario minimo di infermieri e ostetriche ha trovato ostacoli la scorsa settimana e la discussione al riguardo è stata interrotta. Il Primo Ministro Iveta Radicova ha detto che stabilire il quadro giuridico per l’aumento di stipendio promesso ai medici e la cancellazione della trasformazione degli ospedali in società per azioni sono due questioni ora esclusivamente nelle mani dei parlamentari.

Nella bozza del progetto di modifica di legge sulla fornitura dell’assistenza sanitaria, la Commissione parlamentare Salute ha approvato giovedì l’emendamento sull’aumento delle paghe ai medici nel 2012, oltre ad altre modifiche richieste dai loro sindacati. Ma le modifiche non includono la cancellazione richiesta della trasformazione degli ospedali, che era uno dei quattro requisiti fondamentali delle proteste dei medici.

Nel frattempo, anche l’Associazione dei medici privati ​​(ASL) ha chiesto, dopo un’assemblea straordinaria tenutasi giovedì, garanzie legali del diritto al salario minimo anche nel settore ambulatoriale privato e una garanzia legale di fondi per gli aumenti salariali del personale sanitario. Il presidente dell’Associazione, Ladislav Pasztor, ha affermato che per ora «non importa in quale forma sarà, ma anche se siamo imprenditori privati chiediamo una garanzia legale dei diritti al salario minimo per i medici». Se il Parlamento approva il disegno di legge preparato per i diritti al salario minimo di infermieri e ostetriche, si devono anche approvare i fondi necessari per pagare stipendi superiori agli infermieri dei medici ambulatoriali privati​​.

(Fonte webnoviny, La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google