Un sistema di supercomputer di grandi prestazioni porrà la Slovacchia al top nella ricerca in area CEE

L’Accademia Slovacca delle Scienze (SAV), insieme alle università partner, ha lanciato un progetto di grande calibro indicato con l’acronimo SIVVP, ovvero Infrastruttura slovacca per il calcolo ad alte prestazioni, ha informato ieri il direttore del Centro di calcolo SAV, Tomas Lacko, come riportato da Tasr. Come parte del progetto, sarà installato presso il Centro di calcolo un supercomputer con prestazioni nominali di circa 96 Tflop/s, che insieme ad altri sistemi ad alte prestazioni in fase di installazione presso l’Istituto di Fisica Sperimentale a Kosice, l’Istituto di Informatica di Bratislava e quattro università – STU Bratislava, Zilina, UMB Banska Bystrica e TU Kosice – sarà in grado di far raggiungere all’intero sistema congiunto SIVVP una prestazione di circa 130 Tflop/s.

Questo risultato metterà la Slovacchia tra i paesi che potranno vantare i supercomputer più prestazionali al mondo. Il progetto è finanziato dalla UE con il Programma Operativo Ricerca e sviluppo, e il supercomputer sarà fornito dalla società Datalan che ha vinto la gara a maggio. I costi per la fase iniziale del progetto rappresentano oltre 13 milioni di euro.

«È una data storica per la scienza, la ricerca e l’educazione in Slovacchia. Il supercomputer apre molte nuove opportunità che aiuteranno la nostra scienza a fare un balzo in avanti», sono le parole pronunciate da Lacko con orgoglio, sottolineando che la Slovacchia si porrà tra le prime nazioni in termini di tecnologia nella regione dell’Europa centrale e orientale.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.