Approvato dall’Esecutivo programma di costruzione strade fino al 2014

Il programma di sviluppo di strade di prima categoria per gli anni 2011-2014, che il Gabinetto ha passato questo mercoledì, progetta la ricostruzione di 203 chilometri di nastro asfaltato e la riparazione per i danni causati da frane e smottamenti su altri 15 chilometri di strade. Nel programma è inclusa la costruzione di 16,1 km di nuove circonvallazioni, 6 km di strade d’accesso e 13 km di deviazioni stradali. Se saranno garantiti gli adeguati finanziamenti, è scritto nel documento del Ministero dei Trasporti, saranno riparati o modificati 82 ponti e 16 attraversamenti.

In base al bilancio di previsione dello Stato 2011-2014, dovrebbero essere stanziati in questo periodo oltre 772 milioni di euro per la costruzione di strade di prima categoria, con cofinanziamenti del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) per più di 529 milioni di euro, mentre il resto della spesa proverrebbe da risorse del bilancio dello Stato. Quest’anno alle strade principali sono stati assegnati 268 milioni, di cui 183 da fondi UE, mentre nel 2012 dovrebbero essere impiegati 264 milioni di euro per le strade di prima categoria, dei quali 84 milioni provenienti da fondi europei.

Il Ministero è comunque insoddisfatto delle risorse allocate in bilancio fino al 2014 per questo tipo di infrastrutture e chiede che si trovino altri soldi. Una soluzione potrebbe essere il trasferimento di 200 milioni di euro nell’ambito del Programma Operativo Trasporto per consentire il finanziamento dei tratti stradali prioritari delineati nel programma.

(Fonte Webnoviny)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google