AU Optronics trasferisce in Slovacchia la produzione di Brno per non perdere gli aiuti di Stato

Il produttore di moduli lcd AU Optronics avrebbe risolto i problemi di scarsità di ordini e sta rilanciando la produzione nel suo stabilimento a Trencin. La gestione dell’azienda taiwanese ha deciso infatti di trasferire parte della produzione dalla Repubblica Ceca per evitare di perdere parte dei 38 milioni di euro che ha ricevuto dalla Stato slovacco quale incentivi all’investimento. La divisione lcd che dava lavoro a circa 150 persone a Brno si sposterà ora a Trencin. Nell’impianto slovacco sarà assunto lo stesso numero di dipendenti per contribuire ad osservare la quota di 1.024 dipendenti che la società deve avere per ottenere una parte degli stimoli di Stato.

L’azienda, che ha iniziato a produrre a Trencin da quest’anno, da qualche tempo stava licenziando centinaia di dipendenti, dimezzando i suoi 1.000 lavoratori, quota comunque sufficiente per incassare il primo pacchetto di stimoli agli investimenti di 11 milioni, dato che da contratto la società doveva impiegare un minimo di 505 persone alla fine del 2011.

Descritta come l’investimento dell’anno, AU Optronics avrebbe dovuto dare lavoro a 1.500 persone entro la fine dell’anno, arrivando a pieno regime a 3.200 con un investimento totale, alla fine del processo, di 191 milioni di euro. Le difficoltà sono arrivate, sembra, da un calo di ordinativi e da una situazione instabile del mercato, che avrebbero fatto rivedere i piani alla dirigenza taiwanese, che si giustificava anche spiegando che alla fine dell’anno le vendite del settore sono tradizionalmente deboli.

Riguardo il trasferimento dalla Repubblica Ceca, comunque, il management ha dato, in un comunicato ufficiale, ragioni diverse. «Il centro manutenzione di display lcd di Brno sarà trasferito per raggiungere un migliore coordinamento e ottimizzare la fornitura di servizi ai clienti», spiega la nota di AU Optronics Corporation a firma Katie Chen per il quotidiano economico Hospodarske Noviny. Gli analisti confermano che la delocalizzazione non è nulla di insolito. «È comune anche in altri settori, la produzione viene spostata dove è più efficiente», dice Lubos Vanco di KPMG.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google