Min. Agricoltura: i consumatori devono controllare con cura i cibi che comprano

Il Ministero dell’Agricoltura ha ordinato, con l’avvento del periodo prenatalizio, una intensificazione delle ispezioni nei negozi di generi alimentari da parte dell’Autorità statale di veterinaria e dell’alimentazione. Gli ispettori si concentreranno in particolare sui cibi tipici di Natale, vale a dire carne, prodotti a base di carne, latticini, pesce, frutta, verdure e dolci.

Il Ministro Zsolt Simon ha sottolineato che il problema principale è l’importazione di pollame proveniente dalla Francia. Nel corso degli ultimi due mesi gli ispettori hanno controllati 374 campioni di pollame, 264 dei quali non conformi e hanno rimandato in Francia un totale di 77 tonnellate di carni di volatili.

Il Ministro ha sottolineato le carenze dei cibi sul punto vendita, con i controlli che hanno rivelato più di 500 prodotti oltre la data di scadenza, ma c’è anche un problema di igiene nella conservazione. Il Ministro ha esortato i consumatori «a ispezionare attentamente la merce che acquistano, in termini di aspetto, data utile per il consumo, colore, e verificare che l’imballaggio sia integro». Un fatto positivo è il calo delle mancanze riscontrate dalle ispezioni, che sono diminuite dal precedente 30% al 18%.

Il Ministro ha anche messo in guardia sul problema dei venditori ambulanti dalla Polonia, tema sul quale ha discusso con i rappresentanti dell’Associazione delle città e villaggi slovacchi, incaricando i comuni a cui compete l’autorizzazione delle vendite nel mercato locale di maggiori controlli. «Quando qualcuno porta merce deperibile nel bagagliaio della macchina è difficile parlare di tutela della sicurezza per la salute dei nostri cittadini», ha concluso il Ministro.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.