Creato un nuovo gruppo slovacco che controlla il 20% delle bevande analcoliche nel Paese

Si è conclusa la fusione dell’anno tra imprese in Slovacchia, scriveva ieri il quotidiano economico Hospodarske Noviny, spiegando che il mercato domestico delle bevande analcoliche vede l’ingresso di un gigante con l’unione delle forze dei due marchi di acque minerali Budis e Zlata Studna. La nuova azienda prende il nome di Slovenske Pramene a Zriedla (Sorgenti e fonti slovacche) e diventerà uno dei maggiori attori del settore con bel il 20% di quota di mercato.

Budis ha circa il 60% della holding e il gruppo Zlata Studna detiene il 40%, come informa il direttore generale della nuova società Andrej Hronsky, citando che il motivo della fusione è la forte concorrenza sul mercato slovacco delle bevande analcoliche, il più difficile in Europa, secondo lui. Riferendosi ai giganti Coca Cola e Pepsi, Hronsky ha detto che si può competere con i colossi soltanto quando si è abbastanza grandi per farlo.

(Fonte HN)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.