Sindacati insoddisfatti del dialogo sociale con le controparti governative

I rappresentanti dei sindacati non sono rimasti soddisfatti quest’anno dell’approccio del Governo e di quello del Ministro del Lavoro, Affari Sociali e Famiglia Jozef Mihal (SaS) nei confronti del dialogo sociale. Il tono del dialogo, ma anche l‘approccio dei Ministri sono peggiorati in modo significativo, ha detto ieri ai media il vice presidente della Confederazione dei sindacati (KOZ), Vladimir Mojs, riferendosi senza dirlo a migliori relazioni avute dal Governo precedente. Mojs ha aggiunto che le trattative fatte con il Tripartito (il Consiglio economico e sociale composto da Governo, sindacati e datori di lavoro) spesso non sembrano proprio essere concepite per trovare un compromesso.

Al contrario, secondo il presidente dell‘Unione repubblicana dei datori di lavoro (RUZ), Martin Hostal, l’attuale Governo – a differenza di quello precedente – ha fatto un reale sforzo di perseguire un dialogo sociale, che ha portato il superamento di diverse proposte utili redatte dalle imprese.

La portavoce del Ministero del Lavoro, Slavomira Selesova, ha detto sull’argomento che i negoziati del Tripartito sono stati più rappresentativi rispetto al passato e hanno spesso visto la partecipazione della Premier Iveta Radicova. Il Ministro Mihal, ha detto la Selesova, considera il dialogo sociale molto importante e ha sempre cercato di farlo funzionare correttamente.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.