NBS: le banche in Slovacchia continuano a rimanere solide

Il settore bancario in Slovacchia continua ad essere resistente nonostante la situazione sfavorevole del contesto esterno e le nuove stime di un peggioramento dello sviluppo dell’economia slovacca. Un rapporto della Banca Nazionale della Slovacchia (NBS) sulla stabilità del settore finanziario nella prima metà del 2011 fa riferimento agli stress test del settore bancario, e spiega in particolare che la capacità delle banche di generare reddito in condizioni di crisi «è un segnale positivo della resistenza del settore bancario nel suo complesso nei confronti di sviluppi sfavorevoli». Il settore bancario domestico dovrà calcolare, dice il rapporto, un aumento delle perdite da crediti e rischi di mercato.

Lo sviluppo relativamente positivo delle prospettive macroeconomiche nel primo semestre ha sostenuto la stabilità del settore finanziario. Le banche nella seconda metà dell’anno hanno mostrato una crescita degli utili tassati grazie alla riduzione dei costi dei prestiti non rimborsati e un aumento degli impieghi alla clientela. In generale, dice la relazione NBS, la situazione attuale è più grave rispetto al periodo in cui Lehman Brothers è fallita nel 2008, e la dubbia credibilità degli stati nella corrente crisi del debito ne è la ragione principale.

Lo stesso vale per la reattività delle banche centrali nei confronti di un ulteriore sostegno alle condizioni per la ripresa economica. Secondo la banca centrale, il settore finanziario dipende dalle sue stesse misure nei bilanci  e nella sua protezione di capitale proprio per rafforzare la sua resistenza al rischio di sistema.

(Fonte Sita)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.