Radicova: abbiamo ancora conti aperti con i crimini totalitari del passato

La Slovacchia non è venuta ancora a patti con i crimini di due regimi totalitari – fascista e comunista – da qui deriva il perdurare della crisi morale e l’assenza di solidarietà nel Paese, secondo il Primo Ministro slovacco Iveta Radicova. Queste le sue parole all’apertura di una conferenza dal titolo “Diritti Umani – Ritorno alla base” che si è tenuta oggi a Bratislava.

«Vi sono decine di denunce penali presentate in riferimento a sospetti di crimini contro l’umanità, ma nessuno in Slovacchia è stato mai condannato per questi crimini fino ad oggi, e la maggior parte dei casi sono stati chiusi [affermando] con assoluzione per non aver commesso il fatto», ha detto la Premier.

Radicova ha sollevato, quale esempio, il caso dell’undicenne Jozef Galus, ucciso mentre su una zattera di legno attraversava la zona di frontiera alla confluenza dei fiumi Danubio e Morava il 15 settembre 1952. I suoi esecutori, ha detto, «sono rimasti impuniti fino ad oggi. Incoerenze simili nei conti con il passato si sono viste per il regime fascista durante la seconda guerra mondiale».

Anche la controversia relativa a un busto di Ferdinand Durcansky, secondo la Radicova, attesta questa mancanza di giustizia. L’amministrazione comunale a Rajec gli ha inaugurato un busto «invece di condannare le sue azioni», ha detto la Radicova. Durcansky, uno dei leader dello Stato slovacco durante la guerra (1939-45), è accusato da molti di aver commesso crimini con la firma di documenti che permetterono durante la guerra la deportazione degli ebrei dalla Slovacchia. Il suo busto è stato installato a Rajec il 10 giugno, provocando indignazione tra gli abitanti locali e gli attivisti civili in tutto il Paese.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google