Eustream: ora possibile il flusso inverso di gas da Austria e Cechia

La società che gestisce il trasporto del gas in Slovacchia, Eustream, ha ufficialmente completato mercoledì un progetto per consentire il flusso inverso di gas naturale dalla Repubblica Ceca e dall’Austria in Slovacchia. La novità, del costo di 1 milione di euro e cofinanziata dall’UE, è stata approvata dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma energetico europeo di recupero e ha incluso l’installazione di apparecchiature ad alta pressione nella stazione di riduzione di pressione interstatale di Plavecky Peter (regione di Trnava) e alla stazione di compressione a Ivanka pri Dunaji (regione di Bratislava).

«La rete di trasmissione della Slovacchia può ora trasferire il gas naturale da ovest a est in modalità standard, così da diversificare le vie di trasmissione delle forniture di gas quando necessario», ha detto a Tasr la portavoce di Eustream.

Il progetto è stato redatto nel gennaio 2009 dopo la crisi del gas che rischiò di portare dure conseguenza al Paese. Allora la Slovacchia si ritrovò tagliata fuori dai rifornimenti di gas naturale per controversie economiche tra Ucraina e Russia. Eustream era tecnicamente in grado di lanciare il flusso inverso già nel 2009, ma soltanto in modalità manuale e con volumi di gas limitati. Da quest’inverno il flusso inverso può essere avviato in modalità automatica direttamente dal centro di controllo.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.