La protesta dei medici alla prova della verità. Ministro: emergenza sanitaria assicurata

L’assistenza sanitaria nel Paese sarà garantita anche dopo il 1° dicembre, ha dichiarato ieri il Ministro della Salute Ivan Uhliarik (KDH) dopo l’incontro con la Commissione parlamentare Sanità, «voglio assicurare i cittadini che questa è la ragione per cui è stato dichiarato lo stato di emergenza in alcuni distretti che sono più a rischio». Il Governo ha dichiarato in tredici distretti lo stato di emergenza, che si applica a tutti gli ospedali che si trovano sul loro territorio. Uhliarik ha informato che intanto i medici continuano a ritirare le proprie dimissioni, al momento sarebbero stati 800 medici a fare un passo indietro rispetto alle 2.400 comunicazioni di dimissioni presentate a ottobre.

Oggi (mercoledì 30 novembre) è l’ultimo giorno in cui i medici degli ospedali slovacchi possono ritirare i propri avvisi di dimissioni presentati due mesi fa. Dei 15 ospedali più colpiti – il cui funzionamento verrebbe messo in pericolo dalle dimissioni – solo i medici di Kosice hanno ritirato ieri i loro preavvisi, come scrive il quotidiano Sme nell’edizione odierna. Se gli altri medici non si uniscono a loro oggi, lo stato di emergenza coprirà tutti i grandi ospedali regionali ad eccezione di quelli di Kosice e Nitra, e anche alcuni ospedali distrettuali più piccoli, soprattutto nel nord della Slovacchia. A Kosice sono circa 140 i medici che hanno ritirato le loro dimissioni, mentre all’Ospedale Universitario di Bratislava sono soltanto 36 i dottori che hanno cambiato idea, mentre altri 459 sarebbero determinati a lasciare il lavoro. In altri ospedali del Paese soltanto pochi hanno ritirato le dimissioni.

I medici degli ospedali indicati nella dichiarazione di stato di emergenza dovranno presentarsi al lavoro anche se non hanno ritirato le loro dimissioni; la Polizia ha già messo in guardia i medici che intendono rifiutarsi, che potranno essere perseguiti. Circa 1.600 avvisi di dimissioni erano ancora validi fino a ieri negli ospedali di tutta la Slovacchia.

Oggi, secondo l’agenzia di informazioni Tasr, non si sono visti al lavoro medici dell’Ospedale di Liptovsky Mikulas e in tre ospedali di Bratislava, tutti inseriti nella lista oggetto del decreto di stato di emergenza sanitaria. Secondo una fonte anonima di Tasr, gli assenti si sarebbero messi in malattia. Alcuni dei medici assenti erano obbligati a presentarsi al lavoro per il decreto di emergenza, che è entrato in vigore la sera di lunedì 28 novembre. Ora rischiano sanzioni, provvedimenti amministrativi e penali e anche la possibilità di essere visitati a casa dall’Ispettorato del lavoro che secondo il Ministero della Salute avrebbe intensificato i controlli.

Il Ministro Uhliarik ha invitato i manager ospedalieri a prendere provvedimenti secondo la legge contro quei dottori che mettono a rischio la salute dei pazienti rifiutandosi di lavorare. Il Ministro, in una conferenza stampa in data odierna ha affermato che oggi ci si gioca la reputazione dei medici slovacchi. Gli anni passeranno, ha detto, ma ci si ricorderà per un pezzo dei dottori che hanno abbandonato i pazienti al loro destino, pur ricevendo l’offerta del maggior aumento salariale nella storia del Paese. Nel contempo, Uhliarik ha ringraziato tutti i sanitari che invece hanno deciso di continuare a lavorare.

Nel frattempo, due cittadini hanno presentato una denuncia alla Procura generale contro l’Associazione sindacale dei medici (LOZ) e in particolare il suo leader, il dottor Marian Kollar, per aver traumatizzato l’intera società slovacca, commettendo un danno incredibile e un’ingiustizia nei confronti della maggioranza, ricattando lo Stato e spargendo allarmismo.

È arrivata intanto una prima risposta ufficiale dalle richieste di aiuto che il Ministro Uhliarik ha inviato ai suoi colleghi dei paesi vicini. Il Ministro della Salute ceco Leos Heger ha risposto che, se e quando sarà richiesto, saranno inviati medici della Repubblica Ceca in soccorso ai colleghi nei nosocomi slovacchi.

Domani sarà un giorno chiave per capire fin dove i medici vogliono spingere la loro protesta.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google