Miklos: la Zona Euro deve decidere di applicare norme più severe

L’Eurozona non potrà funzionare come ha fatto fino ad oggi, ha detto ieri il Ministro delle Finanze Ivan Miklos (SDKU-DS) in una conferenza stampa, aggiungendo che il suo futuro sta in regole nuove e più severe. Miklos diceva, poco prima della sua partenza per Bruxelles alla riunione Ecofin, che la posizione della Slovacchia verso il futuro dell’Eurozona è simile a quella della Germania. Regole molto più severe e applicabili sia a livello nazionale che sovranazionale, e una certa opposizione all’emissione di eurobond per sostenere la Zona Euro. «Siamo anche d’accordo con l’applicazione di restrizioni alla sovranità di bilancio dei membri dell’Euro se questi non sono conformi alle regole», ha dichiarato Miklos.

Per quanto riguarda il futuro assetto della Zona Euro, Miklos non esclude una soluzione in cui i paesi membri potrebbero decidere se vogliono o meno rispettare norme più severe e dunque rimanere membri. Per esempio, ha detto il Ministro, noi «non accetteremmo un’armonizzazione delle imposte dirette, un Governo europeo con poteri più ampi, un sistema fiscale sovranazionale o la ridistribuzione a favore dei membri meno sviluppati», ha detto Miklos. Secondo lui la Zona Euro in questa forma sarebbe del tutto insostenibile.

La Slovacchia sarà parte di questo Eurogruppo ristretto? Miklos ha detto che molto «dipenderà dalla credibilità politica ed economica del Paese». Le nostre speranze di credibilità, ha notato Miklos, hanno subito una forte deviazione quando SaS e altri parlamentari della Coalizione hanno deciso di votare contro il fondo salva-stati EFSF nel mese di ottobre.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.