Ocse dice PIL Slovacchia +3% nel 2012, ma gli analisti pensano di no

Secondo la prognosi Ocse pubblicata lunedì, la Zona Euro dovrebbe cadere in una recessione entro il prossimo trimestre, ma la crescita della Slovacchia dovrebbe essere comunque la seconda più alta (dopo quella dell’Estonia) e raggiungere il 3% del PIL. Lo riportava in prima pagina ieri Hospodarske Noviny, che dava spazio alle opinioni degli analisti economici per un loro giudizio. Secondo Marketa Sichtarova di Next Finance la crisi del debito nell’Eurozona si aggraverà nel 2012. E secondo lei le prospettive per la Slovacchia del rapporto Ocse non sono realistiche. La Slovacchia avrò un maggior calo dell’economia rispetto anche alla Germania, ha detto la Sichtarova al quotidiano, secondo la quale all’inizio del 2012 si vedrà addirittura una crescita sottozero. Il debito della Slovacchia potrebbe dunque anche superare il 50% del PIL nel corso del 2012 [ora è a oltre il 40%]. L’Ocse stima invece che il debito slovacco si fermerà sotto il 50%, limite che la nuova legislazione sul tetto di bilancio da approvare in Parlamento stabilisce per iniziare a prendere contromisure.

L’analista Michal Musak di Slovenska Sporitelna ha detto a Hospodarske Noviny che i problemi in Europa non saranno senza conseguenze per la Slovacchia, per il semplice fatto che la sua economia è estremamente aperta e il Paese vive di export. La crisi dovrebbe influenzare tutti i settori industriali oltre a quello dell’auto.

Anche Jan Benak di Trim Broker è piuttosto scettico sulla prognosi dell’Ocse. Lui ritiene che la situazione sarà probabilmente peggio di quanto l’Ocse si aspetta, ha detto.

Nello stesso tempo, Tatra Banka è il primo istituto finanziario in Slovacchia a dire che la Slovacchia sta scivolando in una recessione e la sua economia si contrarrà dello 0,5% nel 2012. Nella sua prognosi economica, diffusa ieri, la banca presuppone che la tempesta della crisi del debito nell’Eurozona non si calmerà tanto presto. Al contrario, secondo Tatra Banka si abbatterà anche sull’economia slovacca. «Dopo il downgrade della prognosi in Zona Euro, non possiamo aspettarci che la Slovacchia eviterà la recessione», sostiene la banca in un comunicato. Le esportazioni, scirve, saranno colpite per prime, e l’industria si troverà di nuovo a licenziare dipendenti. La banca ritiene che saranno circa 20.000 i posti di lavoro che saranno tagliati.

(Fonte Hospodarske Noviny / Tatra Banka)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google