Sfuma la partita del secolo per la Slovacchia: un 2-0 che evidenzia tante carenze

Iniziava ieri alle 13:00 la partita che rappresentava per la stragrande maggioranza dei tifosi slovacchi – compreso il sottoscritto – il match della rinascita alla Coppa del Mondo di calcio in Sudafrica, dopo la deludente prestazione contro la Nuova Zelanda. L’inizio di partita si è rivelato promettente, ma subito la Slovacchia è sparita, e il Paraguay ha dilagato in tutti i reparti, confermandosi una delle migliori difese e, per la sfortuna di Hamsik e Co., anche in attacco, come hanno dimostrato i gol di Vera al 26’ e Riveros all’86‘ di una partita mal giocata sia dal punto di vista tecnico che motivazionale. Nemmeno in seguito al primo gol si è registrata l’usuale rabbia che porta almeno al pareggio: la controffensiva slovacca è durata solo per qualche minuto, scemando rapidamente al punto da far sembrare la partita un giro di giostra, dalla quale non si vede l’ora di scendere. Di notevole tra gli slovacchi alcune manovre di contenimento della scatenata offensiva sudamericana, che oltre ai due gol si è vantata di alcune altre ottime occasioni vanificate dal migliore in campo, il portiere Mucha. In finale di partita l’unico fulmine a ciel sereno di Vittek, un missile, fermato però dal “disoccupato” Villar.

(Luciano Rossi)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.